Giuffrè Francis Lefebvre
24 gennaio

Area Fiscale

Termine per la detrazione IVA: chiarimenti dell'AE

Il diritto alla detrazione, per gli acquisti effettuati a partire dal 1° gennaio 2017, deve essere esercitato al massimo entro il termine di presentazione della dichiarazione IVA relativa all’anno in cui si sono verificati entrambi i seguenti requisiti:
- effettuazione dell’operazione (esigibilità);
- possesso della fattura.
Ad esempio, per un acquisto effettuato nel 2017, la fattura:
- ricevuta nel dicembre 2017, registrata entro il 16 gennaio 2018, è detraibile con la liquidazione di dicembre 2017 e al più tardi con la dichiarazione relativa al 2017, da presentare entro il 30 aprile 2018;
- ricevuta nel gennaio 2018, è detraibile nella liquidazione di gennaio 2018 previa registrazione entro il termine della liquidazione (16 febbraio 2018) e al più tardi con la dichiarazione relativa al 2018, da presentare entro il 30 aprile 2019.
Superati tali termini e salva l’applicazione delle relative sanzioni, per esercitare la detrazione è necessario presentare dichiarazione integrativa.
Pertanto, l’effettuazione dell’operazione, che determina la nascita del diritto alla detrazione, non è più sufficiente per consentirne l’esercizio, anche se continua a costituire il periodo di riferimento per la disciplina da applicare (aliquota, quota di detraibilità ecc).
E’ prevista una clausola di salvaguardia che fa salvi i comportamenti non conformi, in particolare con riferimento alla liquidazione del 16 gennaio 2018.

Per l'analisi dettagliata della disciplina sulla detrazione IVA si rinvia al Memento Fiscale 2018 e al Memento IVA 2018 di prossima pubblicazione.

Circ. AE 17 gennaio 2018 n. 1/E