Giuffrè Francis Lefebvre
12 febbraio

Area Legale

Sostegno e semplificazione per le imprese

a cura della Dott. Francesca d’Ambrosio

L'Assemblea della Camera ha approvato l'A.C. n. 1550 di conversione del DL 135/2018: Disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione, sul quale era stata posta dal Governo la questione di fiducia. Il testo approvato, nel testo delle Commissioni, è identico a quello approvato dal Senato.

Per quanto di interesse, il provvedimento:

  • elimina l'obbligo della modalità telematica per la tenuta del Libro unico del lavoro (art. 3 c. 1);
  • riduce da 20 a 10 giorni il termine entro il quale il notaio che ha ricevuto l'atto costitutivo della spa deve depositarlo presso l'ufficio del registro delle imprese (art. 3 c. 1-quinquies); 
  • introduce una particolare ipotesi di nullità delle clausole disciplinanti i termini di pagamento a favore delle PMI, stabilendo che, nelle transazioni commerciali in cui il creditore sia una PMI, si presume sia gravemente iniqua la clausola che prevede termini di pagamento superiori a 60 giorni. Tale presunzione non opera quando tutte le parti del contratto sono PMI (art. 3 c. 1-terdecies).;
  • contiene alcune modifiche al codice di procedura civile in materia di esecuzione forzata, volte a rendere più agevole l'accesso all'istituto della conversione del pignoramento. La disposizione, a seguito delle modifiche approvate dal Senato, garantisce inoltre al debitore ed ai suoi familiari il diritto di abitare l'immobile pignorato fino al decreto di trasferimento del bene, che conclude il procedimento di espropriazione immobiliare (art. 4); 
  • prevede la definizione normativa sia delle tecnologie basate su registri distribuiti (blockchain) che degli smart contract (art. 8-ter, introdotto dal Senato).
 
Dott. Francesca d’Ambrosio