Giuffrè Francis Lefebvre
12 gennaio

Area Legale

Reati societari: market abuse

Sulla questione alquanto dibattuta relativa al divieto del doppio giudizio penale e amministrativo (c.d. principio del «ne bis in idem») in materia di market abuse (art. 187 ter TUF), sono recentemente intervenute due sentenze.


Nella prima, la Corte EDU ha affermato che l'apertura di un procedimento penale nei confronti di chi è già stato sanzionato sul piano amministrativo non costituisce una violazione del principio «ne bis in idem» a condizione che tra i due procedimenti esista «una connessione sostanziale e temporale sufficientemente stretta».

Nella seconda, il Tribunale penale di Milano, richiamando la sentenza della Corte EDU, ha affermato la legittimità del doppio binario penale-amministrativo in materia di market abuse, respingendo la tesi difensiva di tre dirigenti di società che, già sanzionati sul piano amministrativo da Consob, avevano tentato di fare valere il divieto di un nuovo giudizio.

Per approfondimenti rinviamo a Memento Società Commerciali 2017.

 

CEDU 15 novembre 2016 (ric. n. 24130/11 e 29758/11);

Trib. pen. Milano 6 dicembre 2016