Giuffrè Francis Lefebvre
16 marzo

Area Legale

Opposizione a decreto ingiuntivo e mediazione

L’ingiunto che propone opposizione al decreto ingiuntivo emesso nei suoi confronti ha l’obbligo, nelle materie indicate dalla legge, di attivare il procedimento di mediazione.

In mancanza, il giudizio di opposizione è improcedibile e il decreto ingiuntivo emesso nei suoi confronti diventa definitivo ed esecutivo.

Si ricorda che le materie per le quali è prevista la mediazione obbligatoria sono le seguenti (art. 5 c. 1 bis D.Lgs. n. 28/2010):

- diritti reali;

- condominio, ossia le controversie che derivano dal mancato rispetto o dall’errata applicazione delle disposizioni sul condominio (artt. 1117-1139 c.c. e artt. 62-69 disp.att. c.c.);

- risarcimento del danno da responsabilità medica e da diffamazione a mezzo stampa o con altro mezzo di pubblicità;

- contratti assicurativi, bancari e finanziari;

- contratti di locazione e comodato;

- divisione, successione ereditaria e patto di famiglia;

- affitto di aziende.

 

Per approfondimenti rinviamo a Memento Procedura Civile.

 

Trib. Bologna 4 luglio 2016