Giuffrè Francis Lefebvre
27 marzo

Area Fiscale

Nuovo modello RLI

È disponibile sul sito dell'Agenzia delle entrate il nuovo modello RLI per la registrazione telematica dei contratti di locazione ed eventuali proroghe, cessioni, subentri e risoluzioni con il calcolo delle relative imposte e di eventuali interessi e sanzioni, nonché per l’esercizio dell’opzione o della revoca della cedolare secca.
Il modello è utilizzato anche per:
- comunicare i dati catastali (quando non erano già stati comunicati);
- optare per la cedolare secca anche per i contratti aventi ad oggetto unità immobiliari commerciali di categoria catastale C/1 e relative pertinenze;
- registrare contratti di affitto dei terreni e degli annessi “titoli PAC”;
- registrare contratti di locazione con previsione di canoni differenti per le diverse annualità;
- registrare contratti di locazione a tempo indeterminato;
- il ravvedimento operoso;
- comunicare la risoluzione o proroga tardiva in caso di cedolare secca;
- registrare contratti di locazione di pertinenze concesse con atto separato rispetto all’immobile principale.
Il modello può essere presentato in via telematica secondo quanto già previsto oppure presso lo sportello da parte dei soggetti che non hanno obbligo di registrazione telematica dei contratti di locazione.
In caso di revoca della cedolare secca, questa può essere effettuata anche relativamente alla singola annualità contrattuale successiva a quella in cui è stata esercitata l'opzione, presentando il modello entro il termine previsto per il pagamento dell’imposta di registro relativa all’annualità di riferimento.

Fino al 19 maggio può essere utilizzato anche il modello precedentemente approvato mentre dal 20 maggio sarà utilizzabile solo quello in oggetto.

Per l’esame della disciplina delle locazioni si rinvia al Memento Fiscale 2019 e a Memento Immobili e Condominio.

Provv. AE 19 marzo 2019 n. 64442