Giuffrè Francis Lefebvre
02 febbraio

Area Lavoro

Nuovo esonero contributivo per l’assunzione di studenti

Dal 1º gennaio 2017 al 31 dicembre 2018, i datori di lavoro privati che effettuano nuove assunzioni di studenti con contratto di lavoro a tempo indeterminato (anche in apprendistato) possono richiedere l’esonero dal versamento dei complessivi contributi previdenziali a carico azienda (esclusi premi e contributi dovuti all’INAIL).

Resta ferma l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche.

L'assunzione deve avvenire entro 6 mesi dall'acquisizione del titolo di studio.

 L’esonero non spetta nel caso di assunzione con contratto di lavoro domestico e di operai del settore agricolo.


 

Studenti da assumere

Si tratta di studenti che hanno svolto presso il datore di lavoro che assume:

- attività di alternanza scuola-lavoro pari almeno al 30% delle ore di alternanza previste negli istituti tecnici e professionali e nei licei (art. 1, c. 33, L. 107/2015), all'interno dei percorsi di istruzione e formazione professionale (capo III D.Lgs. 226/2005), nell'ambito dei percorsi degli Istituti tecnici superiori (ITS) (capo II DPCM 25 gennaio 2008) o dai rispettivi ordinamenti per le attività di alternanza nei percorsi universitari;

- periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale,  il  diploma  di  istruzione secondaria superiore, il certificato di specializzazione tecnica superiore o periodi di apprendistato  in alta formazione. 


 

Misura e durata dell’esonero contributivo

L’esonero contributivo è riconosciuto, nei limiti delle risorse disponibili, per un periodo massimo di 36 mesi e nel limite massimo di € 3.250 annui.

 

Per la disamina completa di tutte le tipologie di assunzioni agevolate si rinvia al Memento Lavoro 2017 di prossima pubblicazione.

 

art. 1, c. 308 e 309, L. 11 dicembre 2016 n. 232: GU 21 dicembre 2016 n. 297 Suppl. Ord. n. 57