Giuffrè Francis Lefebvre
18 gennaio

Area Legale

Novità nelle notifiche a mezzo posta

Proseguendo nella riforma delle notifiche a mezzo posta, dopo l’introduzione delle notifiche a mezzo di operatori postali diversi da Poste Italiane S.p.a., dal 1° gennaio 2018 è modificata parte della disciplina contenuta nella L. 890/82.

Le novità introdotte dalla Legge di Bilancio interessano soprattutto:

- le modalità di preparazione della notifica, che dovranno conformarsi ad un nuovo modello approvato dall'autorità per le garanzie nelle comunicazioni sentito il Ministero della giustizia;
- i termini di scadenza entro cui ritirare l’atto non consegnato presso il punto deposito: la legge prevede 10 giorni dall'invio della raccomandata al destinatario e non più dal deposito dell'atto presso il punto di deposito dell'operatore postale. Se tale termine non è rispettato l'atto si considera notificato.

La legge infine riconosce espressamente agli operatori postali la qualifica di pubblici ufficiali e introduce il principio legislativo della scissione soggettiva (tra notificante e destinatario) del perfezionamento della notifica andata a buon fine (già riconosciuto dalla Corte costituzionale: C.Cost. 26 novembre 2002 n. 477).

Per approfondimenti rinviamo a Memento Procedura Civile 2017.

 

art. 1 c. 461 L. 205/2017 che modifica la L. 890/82