Giuffrè Francis Lefebvre
21 marzo

Area Legale

Marchi e brevetti: modificato il codice della proprietà industriale (D.Lgs. 30/2005)

Il  Codice della proprietà industriale (D.Lgs. 30/2005, d’ora in poi “CPI”) si rinnova con due provvedimenti:

- D. Lgs. 15/2019 in vigore dal 23 marzo 2019;
- D. Lgs. 18/2019 in vigore dal 27 marzo 2019.

Il primo decreto, emanato in adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Reg. UE 2424/2015, introduce nel CPI molte novità in materia di marchi che sono in vigore dal 23 marzo 2019. Tra queste segnaliamo:

— l’abolizione del requisito della rappresentazione grafica del marchio;
— l’introduzione dei marchi di certificazione;
— le modifiche alla decorrenza degli effetti del rinnovo della registrazione;
— le integrazioni alle cause di nullità del marchio;
— il nuovo procedimento amministrativo davanti all’UIBM per far accertare la decadenza di un marchio o farne dichiarare la nullità.

Il secondo decreto, emanato in adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Reg. UE 1257/2012, introduce, dal 27 marzo 2019, il brevetto europeo con effetto unitario, il quale, dopo  la  concessione, è  destinato a rimanere automaticamente convalidato  in  tutti  i  paesi  UE e sottoposto ad una giurisdizione comune.

Per maggiori approfondimenti rinviamo a Memento Società Commerciali 2019 e Memento Contratti d’Impresa 2019.

D.Lgs. 15/2019 e D.Lgs. 18/2019 che modificano il D.Lgs. 30/2005 (c.d. codice della proprietà industriale)