Giuffrè Francis Lefebvre
10 gennaio

Area Fiscale

Manovra di bilancio 2017

È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la c.d. legge di bilancio 2017 (L. 232/2016), che si aggiunge al c.d. decreto collegato DL 193/2016 conv. in L. 225/2016.

Nella tabella seguente si riportano le principali novità divise per argomento, le quali saranno oggetto di trattazione approfondita nell'edizione 2017 del Memento Fiscale in uscita all'inizio di marzo 2017 e, in seconda edizione, a settembre 2017.

 

N.B. Ove non indicato diversamente, le disposizioni della Legge di bilancio sono in vigore dal 1° gennaio 2017.

 

Argomento

DL 193/2016

L. 232/2016

IRPEF: regole generali

Imposta sostitutiva per neo residenti facoltosi I soggetti neo residenti, che non siano mai stati residenti in Italia e quelli che sono non residenti da almeno 9 anni, possono optare per i redditi prodotti all’estero per l’applicazione di un’imposta sostitutiva di € 100.000 per ciascun periodo di imposta, con la sola esclusione delle plusvalenze da cessione di partecipazioni qualificate realizzate nei primi 5 periodi d'imposta di validità dell'opzione, che saranno tassate in via ordinaria.
L’opzione viene esercitata presentando un interpello all'AE, dove sarà possibile scegliere i Paesi di origine dei redditi esteri assoggettati a tassazione sostitutiva.

 

art. 1 c. 152 - 159

No tax area pensionati Uniformata la disciplina delle detrazioni IRPEF spettanti ai titolari di redditi da pensione: a quelli con meno di 75 anni è riconosciuta la stessa misura già attribuita ai pensionati con almeno 75 anni di età.

 

art. 1 c. 210

Interventi di ristrutturazione edilizia E' stata prorogata fino al 31 dicembre 2017 la detrazione IRPEF maggiorata del 50% i per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio

 

art. 1 c. 2

Acquisto mobili ed elettrodomestici per abitazioni ristrutturate È confermata per il 2017 la detrazione del 50%, delle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici destinati all’arredo di immobili oggetto di interventi di recupero del patrimonio edilizio; i lavori, però, devono essere iniziati non prima dell’1 gennaio 2016.

 

art. 1 c. 2

Interventi per il risparmio energetico E' stata prorogata fino al 31 dicembre 2017 la detrazione IRPEF/IRES maggiorata del 65%.

Per gli interventi sulle parti comuni la proroga della detrazione suddetta è fino al 31 dicembre 2021 e  se interessano l'involucro dell'edificio con un'incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda è aumentata al 70%, ovvero del 75%, se sono finalizzati a migliorare la prestazione energetica invernale o estiva

 

art.1 c. 2

Sisma bonus Detrazioni per interventi antisismici effettuati dal 2017 variabili dal 50% all’85%, a seconda della portata dell'intervento (se le misure antisismiche adottate riducono il pericolo sismico in modo tale da comportare il passaggio a una classe di rischio inferiore, la detrazione è maggiore). Per interventi effettuati nelle zone 1, 2 e 3 la detrazione è ripartita in 5 quote annuali

 

art. 1 c. 2 e 3

Detrazione per spese scolastiche E' cambiato l’importo massimo agevolabile (per alunno o studente) delle spese per la frequenza di scuole dell’infanzia, del primo ciclo di istruzione e secondarie di secondo grado. La detrazione del 19% potrà essere calcolata: per il 2016, su € 564; per il 2017, su € 717; per il 2018, su € 786; dal 2019, su € 800

 

art. 1 c. 617

School bonus Modificate le modalità di effettuazione delle erogazioni a favore delle scuole private paritarie (sistemi di pagamento tracciabili, sul c/c bancario o postale intestato alle stesse)

 

art. 1 c. 620

Erogazioni liberali agli Istituti tecnici superiori Introdotta la detraibilità del 19% delle erogazioni liberali effettuate a favore degli Istituti tecnici superiori di cui al Dpcm 25 gennaio 2008

 

art. 1 c. 294

Credito di imposta per le strutture ricettive Il credito di imposta per interventi di riqualificazione di strutture ricettive, turistico alberghiere si applica anche nel 2017 e nel 2018 a condizione che gli interventi perseguano anche le finalità di ristrutturazione edilizia, riqualificazione antisismica o energetica.

L’agevolazione passa dal 30% al 65% e si estende alle attività di agriturismo.

 

art. 1 c. 4 - 7

IRPEF: redditi di impresa

ACE Dal 2016, le imprese individuali e le società di persone devono calcolare l’ammontare della detrazione ACE con le stesse regole previste per le società di capitali.  Come base per il calcolo per la determinazione dell'incremento del capitale proprio si assume anche la differenza fra il patrimonio netto al 31 dicembre 2015 e il patrimonio netto al 31 dicembre 2010.

 

art. 1 c. 500 - 553

Imposta sul reddito d’impresa (IRI) Per gli imprenditori individuali e le società di persone commerciali in contabilità ordinaria, è introdotta la possibilità di applicare l’IRI. Tali soggetti potranno non far concorrere al reddito complessivo IRPEF il reddito d’impresa, assoggettandolo invece alla medesima aliquota prevista ai fini Ires (24%). Tuttavia le somme che l’imprenditore (o i soci della società di persone) preleva dall’impresa vengono tassate con le aliquote Irpef progressive.

 

art. 1 c. 547 e s.

Regime per cassa Per le imprese di minori dimensioni che applicano il regime di contabilità semplificata cambiano le modalità di determinazione del reddito e del valore della produzione netta: dal criterio di competenza si passa al criterio di cassa. L’imponibile è pertanto rappresentato dalla differenza tra l’ammontare dei ricavi e degli altri proventi percepiti nel periodo di imposta e l’ammontare delle spese sostenute nello stesso periodo. Entrano nel conteggio anche il valore normale dei beni destinati al consumo personale o familiare dell'imprenditore. Continuano a essere calcolati in aumento i proventi immobiliari, le plusvalenze e le sopravvenienze attive, in diminuzione le minusvalenze e le sopravvenienze passive; diventano irrilevanti esistenze e rimanenze.

 

art. 1 c. 17-23

Estromissione agevolata di immobili È stata prorogata l’estromissione agevolata dei beni dal patrimonio dell’imprenditore individuale: si tratta dei beni posseduti al 31 ottobre 2016, da estromettere tra il 1° gennaio al 31 maggio 2017. I versamenti della relativa imposta sostitutiva vanno effettuati entro il 30 novembre 2017 e il 16 giugno 2018.

 

art. 1 c. 566

Regime forfettario Limiti alle esportazioni (saranno stabiliti con DM)

art. 7 sexies

 

IRPEF: redditi fondiari

Coltivatori diretti e IAP Per gli anni dal 2017 al 2019, sono esenti da IRPEF i redditi dominicali e agrari di coltivatori diretti e IAP, iscritti nella previdenza agricola

 

art. 1 c. 44

Cedolare secca La mancata comunicazione della proroga del contratto non comporta la revoca dell'opzione esercitata in sede di registrazione del contratto, se il contribuente ha mantenuto un comportamento coerente

art. 7 quater c. 24

 

IRPEF: redditi di lavoro dipendente

Tassazione agevolata dei premi di risultato Ampliati i beneficiari del regime agevolato (reddito di lavoro dipendente fino a € 80.000) e l’importo agevolabile (€ 3.000 aumentato a € 4.000 se i lavoratori sono coinvolti nell’organizzazione del lavoro).

 

art. 1 c. 160

IRPEF: redditi di lavoro autonomo

Spese di viaggio e trasporto Se pagate dal committente non sono reddito per il professionista

art. 7 quater c. 5

 

Regime forfettario Limiti alle esportazioni (saranno stabiliti con DM)

art. 7 sexies

 

IRPEF: redditi di capitale

Piani di risparmio a lungo termine (PIR) I redditi, diversi da quelli relativi a partecipazioni qualificate, conseguiti, al di fuori dell’esercizio di imprese commerciali, da persone fisiche residenti, derivanti da investimenti in piani di risparmio a lungo termine (PIR), con esclusione di quelli che concorrono alla formazione del reddito complessivo imponibile, non sono soggetti a imposizione

 

art. 1 c. 100 - 114

IRPEF: redditi diversi

Piani di risparmio a lungo termine (PIR) I redditi, di cui all’art. 67, c. 1, lett. da c bis a c quinquies del TUIR, conseguiti, al di fuori dell’esercizio di imprese commerciali, da persone fisiche residenti, derivanti da investimenti in piani di risparmio a lungo termine (PIR), con esclusione di quelli che concorrono alla formazione del reddito complessivo imponibile, non sono soggetti a imposizione

 

art. 1 c. 100 - 114

Rivalutazione Riammessa la rivalutazione dei terreni (edificabili o a destinazione agricola) e delle partecipazioni non negoziate in mercati regolamentati posseduti alla data del 1° gennaio 2017 con imposta sostitutiva all’8% e perizia da redigere al 30 giugno 2017

 

art. 1 c. 554 e 555

IRPEF: dichiarazione

Dichiarazione integrativa a favore del contribuente Più tempo per la presentazione, cioè fino alla scadenza del termine di decadenza dell'azione di accertamento

art. 5

 

Mod. 730 Modificati i termini di presentazione (presentazione diretta: 23 luglio; tramite datore di lavoro: 7 luglio; tramite CAF o professionisti, 7 o 23 luglio)

art. 7 quater c. 46 e 47

 

IRES: società di capitali

ACE Dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2015, l'incremento delle consistenze dei titoli e valori mobiliari diversi dalle partecipazioni, rispetto a quelli risultanti dal bilancio relativo all'esercizio in corso al 31dicembre 2010, va considerato in diminuzione della variazione in aumento del capitale proprio. Inoltre, sono state ridotte le percentuali per il calcolo del rendimento nozionale del nuovo capitale proprio nella misura del 2,3% per il periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2017 e del 2,7% dai periodi successivi. Per il 2016, è confermata l’aliquota del 4,75%

 

art. 1 c. 550 - 553

Rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni Riammessa la rivalutazione dei beni d'impresa e delle partecipazioni, con imposta sostitutiva del 16% (per i beni ammortizzabili) e del 12% (per quelli non ammortizzabili)

 

art. 1 c. 556 - 564

Assegnazione/cessione agevolata di beni ai soci Viene prorogata fino al 30 settembre 2017 la possibilità di fruire dell’assegnazione o cessione agevolata di alcuni tipi di beni ai soci. I versamenti della relativa imposta sostitutiva vanno effettuati entro il 30 novembre 2017 e il 16 giugno 2018

 

art. 1 c. 565

Erogazioni liberali agli Istituti tecnici superiori Introdotta la deducibilità nel limite del 2% del reddito d’impresa dichiarato e comunque nella misura massima di € 70.000 annui delle erogazioni liberali effettuate a favore degli Istituti tecnici superiori di cui al Dpcm 25 gennaio 2008

 

art. 1 c. 294

Super ammortamento Prorogata la maggiorazione del 40% fino al 31/12/2017 (con possibile consegna entro il 30/6/2018 in presenza di ulteriori condizioni).

Iper ammortamento Per i beni digitali connessi acquistati nel 2017 (con possibile consegna entro il 30/6/2018 in presenza di ulteriori condizioni) è prevista una maggiorazione del 150%

 

art. 1 c 8-13

Canoni di noleggio per auto di agenti e rappresentanti È innalzato da 3.615,20 euro a 5.164,57 euro il limite annuo alla deducibilità dei costi di locazione e di noleggio per gli autoveicoli utilizzati da agenti o rappresentanti di commercio.

 

art. 1 c. 37

Rinnovo tacito delle opzioni Per consolidato, regime della trasparenza e tonnage tax il rinnovo delle relative opzioni avviene automaticamente (in modo tacito), salvo che il contribuente non comunichi la revoca con le modalità e termini previsti per le opzioni (cioè nella dichiarazione dei redditi)

art. 7 quater c. 27 e s.

 

IRPEF: società di persone

Regime per cassa Per le società di persone che applicano il regime di contabilità semplificata cambiano le modalità di determinazione del reddito e del valore della produzione netta: dal criterio di competenza si passa al criterio di cassa. L’imponibile è pertanto rappresentato dalla differenza tra l’ammontare dei ricavi e degli altri proventi percepiti nel periodo di imposta e l’ammontare delle spese sostenute nello stesso periodo. Entrano nel conteggio anche il valore normale dei beni destinati al consumo personale o familiare dell'imprenditore. Continuano a essere calcolati in aumento i proventi immobiliari, le plusvalenze e le sopravvenienze attive, in diminuzione le minusvalenze e le sopravvenienze passive; diventano irrilevanti esistenze e rimanenze.

 

art. 1 c. 17-23

IRES: società di comodo

Assegnazione/cessione agevolata di beni ai soci Viene prorogata fino al 30 settembre 2017 la possibilità di fruire dell’assegnazione o cessione agevolata di alcuni tipi di beni ai soci. I versamenti della relativa imposta sostitutiva vanno effettuati entro il 30 novembre 2017 e il 16 giugno 2018

 

art. 1 c. 565

Pagamento e rimborso IIRR

F24 cartaceo Per le persone fisiche senza partita IVA è possibile utilizzare l'F24 cartaceo anche per importi superiori a € 1.000 (in assenza di compensazioni)

art. 7 quater c. 31

 

Certificazione unica Il termine per la consegna ai percettori di redditi è spostato al 31 marzo (era il 28 febbraio)

art. 7 quater c. 14 - 15

 

Scomputo acconti e ritenute su compensi da provvigione

art. 5 c. 2

 

Ritenute effettuate dai condomìni La ritenuta del 4% sui corrispettivi pagati dai condomìni per prestazioni relative a contratti di appalto di opere o servizi eseguite nell’esercizio di impresa o di attività commerciali non abituali, va versata solo quando l’ammontare delle ritenute operate raggiunga € 500, altrimenti va versata entro il 30 giugno e il 20 dicembre. Il pagamento dei corrispettivi deve essere effettuato tramite c/c bancari o postali intestati al condominio o secondo altre modalità tracciabili defintie con decreto ministeriale

 

art. 1 c. 36

Versamento saldo e prima rata di acconto IRPEF, IRES e IRAP Nuova scadenza (30 giugno)  per il versamento saldo e della prima rata di acconto

art. 7 quater c. 19

 

Assistenza fiscale

Mod. 730 Modificati i termini di consegna al dipendente di copia della dichiarazione elaborata e del mod. 730-3, di comunicazione all'AE del mod. 730-4 e di presentazione del mod. 730 (7 o 23 luglio)

art. 7 quater c. 46

 

Visto di conformità Modifiche a quello relativo al mod. 730

art. 7 quater c. 48

 

Agevolazioni

Attività di ricerca e sviluppo La disciplina del credito d’imposta in favore delle imprese che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo (art. 3 Dl 145/2013) è stata prorogata fino al 31 dicembre 2020. Inoltre, a partire dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2016 la disciplina è così modificata:

- il credito passa dal 25 al 50% delle spese sostenute in eccedenza rispetto alla media degli investimenti in ricerca e sviluppo realizzati nei 3 periodi d’imposta precedenti a quello in corso al 31 dicembre 2015;

- l’importo massimo annuo attribuibile a ciascun beneficiario è elevato da € 5.000.000 a € 20.000.000;

- le spese relative al personale impiegato nelle attività di ricerca e sviluppo sono agevolabili, anche se i lavoratori non sono “altamente qualificati”

 

art. 1 c. 15 - 16

Start-up e PMI innovative Stabilizzata e rafforzata la disciplina di favore prevista per i soggetti che investono in start-up innovative. Dal 2017, è innalzato a € 1.000.000 il limite massimo di investimento su cui calcolare la detrazione d’imposta per i soggetti IRPEF. Viene aumentato a 3 anni il termine del mantenimento dell’investimento. Fissata un’unica misura (30%) dell’agevolazione, sia per la detrazione dall’imposta per i soggetti IRPEF (prima al 19%) sia per la deduzione dal reddito per i soggetti IRES (prima al 20%), indipendentemente dalla tipologia di start-up innovativa beneficiaria.

Introdotta, poi, l’esenzione dall’imposta di bollo e dai diritti di segreteria per l’atto costitutivo delle start up innovative

 

art. 1 c. 65-70

IVA

Servizi di trasporto urbano Introdotta l’applicazione dell’Iva con aliquota del 5% sui servizi di trasporto urbano di persone effettuati per via marittima, lacuale, fluviale e lagunare, precedentemente esenti

 

 

art. 1 c. 33, 35

Percentuali di compensazione Iva Nel 2017 le percentuali di compensazione Iva applicabili agli animali vivi della specie bovina e suina potranno essere innalzate in misura non superiore, rispettivamente, al 7,7% e all’8%. Vi provvederà un decreto da adottare entro il 31 gennaio 2017.

 

 

art. 1 c. 45

Chiusura partite IVA inattive Modificata la disciplina relativa alla chiusura d'ufficio

art. 7 quater c. 44

 

Note di variazione in diminuzione: soppressa la nuova disciplina prevista per il 2017 per procedure concorsuali ed esecutive e ripristinata la precedente

 

art. 1 c. 567

Versamento saldo Nuova scadenza (30 giugno)  per il versamento saldo con maggiorazione

art. 7 quater c. 20

 

Rimborsi IVA Nuova soglia (€ 30.000) per rimborsi con visto e senza garanzia

art. 7 quater c. 32

 

Dichiarazione IVA Nuovo termine di presentazione: tra il 1° febbraio e il 30 aprile

art. 4 c. 4 lett. c

 

Dichiarazione integrativa a favore del contribuente Più tempo per la presentazione, cioè fino alla scadenza del termine di decadenza dell'azione di accertamento

art. 5

 

Nuove comunicazioni IVA Comunicazione trimestrale dei dati delle fatture emesse e ricevute (la prima entro il 25 luglio 2017) e Comunicazione trimestrale dei dati liquidazioni periodiche (la prima entro il 31 maggio 2017)

art. 4 c. 1, 2, 3 e 4

 

Gruppo IVA Dal 2018 diverrà un autonomo soggetto passivo

 

art. 1 c. 24 - 31

Regime semplificato per contribuenti minori Modificati i termini di liquidazione e versamento a conguaglio (entro il 16 marzo dell'anno successivo a tale ultimo trimestre oppure entro il maggior termine previsto per il pagamento del saldo IRPEF/IRES con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interessi)

art. 7 quater c. 20

 

Depositi IVA Ampliate le fattispecie agevolate e modificate le modalità di assolvimento dell'IVA

art. 4 c. 7

 

Operazioni con Paesi black list Soppressa la comunicazione dati relativi alle operazioni con Paesi black list

art. 7 quater c. 4 lett. d

 

Elenchi intrastat acquisti Soppressi gli elenchi intrastat acquisti di beni e servizi

art. 7 quater c. 4 lett. b

 

Acquisti da San Marino Soppressa la comunicazione delle annotazioni delle fatture da parte dell’acquirente

art. 7 quater c. 21

 

Imposte di registro, ipotecarie e catastali

Modifiche al regime di alternatività IVA/registro Aggiornate e in parte modificate le ipotesi in cui un’operazione o cessione si considera soggetta ad IVA anche in conseguenze delle modifiche IVA sulle operazioni infragruppo

 

art. 1 c. 26

Registrazione degli atti giudiziari Nuovo termine per la registrazione della sentenza di condanna al risarcimento del danno prodotto da reato e per gli atri atti dell’autorità giudiziaria civile

art. 7 quater c. 42

 

Operazioni dei fondi pensione Esenzione da imposta

 

art. 1 c. 99

Agevolazione per gli atti di trasferimento dei terreni montani Per i trasferimenti di proprietà di fondi rustici nei territori montani, finalizzati all’arrotondamento della proprietà contadina, si applicano le imposte di registro e ipotecaria fisse e l’esenzione dall’imposta catastale

 

art. 1 c. 47

Agevolazioni per trasferimenti giudiziari di immobili Imposte ridotte in caso di trasferimento di immobili che hanno i requisiti per essere abitazione principale e di immobili ad imprese che dichiarano di rivendere entro 5 anni

 

art. 1 c. 32

Imposte sui trasferimenti gratuiti

Successioni Esente da imposta il trasferimento di strumenti finanziari detenuti in piani di risparmio a lungo termine istituiti da enti di previdenza

 

art. 1 c. 114

Successioni Esente da imposta, a determinate condizioni, il trasferimento di beni all’estero di neo residenti facoltosi

 

art. 1 c. 158

Imposta di bollo

Imposta dovuta su assegni circolari Possibilità di opzione per pagamento in modo virtuale da parte dei soggetti abilitati

art. 7 quater c. 25

 

Gruppi IVA Documenti relativi a cessioni di beni e prestazioni di servizi tra soggetti partecipanti a un gruppo IVA: esenzione dall’imposta in modo assoluto

 

art. 1 c. 25

Accertamento e riscossione

Studi di settore A decorrere dal periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2017, gli studi di settore sono sostituiti con indici sintetici di affidabilità fiscale

art. 7 bis

 

Rappresentanza contribuenti Anche i tributaristi UNI 11511 certificati e qualificati possono rappresentare il contribuente avanti agli Uffici finanziari

art. 6 bis

 

Presunzioni bancarie Eliminata la presunzione nei confronti dei professionisti; per le imprese le movimentazioni bancarie non giustificate possono portare ad accertamento solo se di importo superiore a € 1.000 giornalieri o comunque a € 5.000 mensili

art. 7 quater c. 1

 

Notifica via pec di avvisi di accertamento e altri atti impositivi Dal 1° luglio 2017, l’AE effettua le notifiche via pec nei confronti dei soggetti obbligati ad averne un indirizzo (imprese, società, professionisti iscritti ad albi ecc.); i soggetti non obbligati possono comunque comunicare un indirizzo pec cui ricevere le notifiche

art. 7 quater c. 6

 

Sospensione dei termini Dal 1° agosto al 4 settembre di ogni anno, sono sospesi i termini:

- per la trasmissione dei documenti e delle informazioni richiesti ai contribuenti dall'AE da altri enti impositori (esclusi quelli relativi alle richieste effettuate nel corso delle attività di accesso, ispezione e verifica, nonché delle procedure di rimborso IVA);

- per il pagamento delle somme dovute a seguito dei controlli automatici e a seguito dei controlli formali;

- per il pagamento delle somme dovute dalla liquidazione sui redditi assoggettati a tassazione separata

art. 7 quater c. 16-17

 

Notifica via pec degli accertametni catastali Dal 1° luglio 2017 gli atti relativi alle operazioni catastali possono essere notificati via pec

art. 7 quater c. 12

 

Nuovo AdR Dal 1° uglio 2017 Equitalia cessa le attività di Agente della riscossione che saranno esperite dall’Agenzia delle entrate tramite Agenzia delle entrate-Riscossione; al nuovo ente sono ttribuitii poteri già riconsciuti all’AE e potrà accendere a banche dati INPS

art. 1

 

Notifica via pec degli atti di riscossione Per la notifica via pec l’AdR può fare riferimento agli indirizzi risultanti nell’indice nazionale (INI-PEC)

art. 7 quater c. 9

 

Riemissione in termini per atti notificati via pec Gli atti della riscossione notificati via pec a imprese, società e professionisti dal 1° giugno al 3 dicembre 2016 sono nuovamente notificati (via pec) e i termini per impugnazione decorrono da nuova notifica

art. 7 quater c. 10

 

Rottamazione dei ruoli Entro il 30 marzo 2017 i contribuenti possono i definire i carichi pendenti con l’AdR senza pagamento di sanzioni e interessi di mora; per i tributi locali riscossi tramite ingiunzione fiscale, gli enti possono prevedere apposita definizione

 art. 6

 

Voluntary disclosure Riaperti fino al 31 luglio 2017 i termini per aderire alla voluntary disclosure per sanare le violazioni commesse fino al 30 settembre 2016; entro il 1° febbraio 2017 chi ha aderito alla precedene voluntary può sanare senza sanzioni le violazioni commesse nei periodi d’imposta successivi

art. 7

 

Contenzioso

Termini per il ricorso La sospensione del termine a seguito di istanza di adesione si cumula con la sospensione feriale

art. 7 quater c. 18

 

Sanzioni

Nuovi adempimenti IVA: introdotte apposite sanzioni per le violazioni dei nuovi adempimenti IVA (omessa o errata trasmissione dati fatture emesse e ricevute; omessa, incompleta o infedele dichiarazione liquidazioni periodiche); non è più sanzionata l’omessa dichiarazione di cessazione attività

art. 7 quater c. 45 e s.

 

Operazioni straordinarie

Trasformazione agevolata in società semplice Viene prorogata fino al 30 settembre 2017 la possibilità per le società che hanno per oggetto esclusivo o principale la gestione di determinati beni immobili o mobili registrati, di trasformarsi in società semplici. I versamenti della relativa imposta sostitutiva vanno effettuati entro il 30 novembre 2017 e il 16 giugno 2018

 

art. 1 c. 565

Fusioni e scissioni Per il riporto di eccedenze ACE in caso di fuzione o scissioni societarie sono state introdotte le stesse limitazioni previste per il riporto delle perdite fiscali

 

art. 1  c. 549

Enti non commerciali

Associazioni sportive dilettantistiche È elevato da € 250.000 a € 400.000 il limite massimo degli utili conseguiti annualmente dalle associazioni e dalle società sportive dilettantistiche necessario per applicare il regime forfetario

 

art. 1 c. 50

Appendice

Quadro RW Non è più necessario indicare gli immobili posseduti all'estero se non ci sono variazioni

art. 7 quater c. 23

 

 

DL 193/2016 conv. in L. 225/2016 e L. 232/2016