Giuffrè Francis Lefebvre
04 febbraio

Area Legale

Liti temerarie

a cura della Dott. Francesca d’Ambrosio

Il relatore ha illustrato alla Commissione Giustizia del Senato, in sede redigente, il provvedimento “Disposizioni in materia di lite temeraria” (S. 835). Il seguito della discussione è stato quindi rinviato.

Il disegno di legge in esame introduce un ulteriore comma nell'art. 96 c.p.c., prevedendo una ipotesi di responsabilità aggravata civile di colui che, in malafede o colpa grave, attivi un giudizio a fini risarcitori per diffamazione a mezzo stampa. La disposizione che si intende introdurre integra, dal punto di vista risarcitorio, quanto già disposto dagli artt. 91 e 96 c.p.c. e dall'art. 45 L. 69/2009.

La nuova disposizione stabilisce che, su domanda del convenuto, il giudice – rigettando la domanda di risarcimento – condanni l’attore, oltre che al rimborso delle spese, anche al pagamento in favore di quest’ultimo di una somma determinata in via equitativa non inferiore alla metà della somma oggetto della domanda risarcitoria. Viene quindi stabilito un parametro oggettivo al quale il giudice, al momento del rigetto della domanda, debba rifarsi.

Dott. Francesca d’Ambrosio