Giuffrè Francis Lefebvre
07 gennaio

Area Lavoro

Legge di bilancio

a cura dell’Avv. Teresa Pileggi

Lo scorso 30 dicembre 2018 la Camera ha definitivamente approvato il disegno di legge “Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021” (approvato dalla Camera e modificato dal Senato) A.C. 1334-B.
Il testo approvato è stato pubblicato in G.U. il 31 dicembre 2018 sub legge n. 145/2018 ed è in vigore dal 1° gennaio 2019.

Si indicano di seguito le norme di maggiore rilevanza in materia giuslavoristica:

  • mobilità in deroga: l’art. 1, commi da 251 a 253, della legge prevede che:

a) il trattamento di mobilità in deroga è concesso, nel limite massimo di 12 mesi, anche in favore dei lavoratori che hanno cessato la cassa integrazione guadagni in deroga nel periodo dal 1.12.2017 al 31.12.2018 e non hanno diritto alla NASpI; 
b) dal 1° gennaio 2019, ai predetti lavoratori sono applicate misure di politica attiva, individuate in un apposito piano regionale, da comunicare al Ministero del lavoro e delle politiche sociali e all’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro (ANPAL);

  • caregiver familiare: l’art. 1 c. 483 – 484, incrementa di 5 milioni di euro per ciascun anno del triennio 2019-2021 il Fondo per il sostegno del ruolo di cura e di assistenza del caregiver familiare di cui all'art. 1 c. 254 L. 205/2017;
  • CIGS e mobilità in deroga nell’anno 2018 nelle aree di crisi complessa: l’art. 1, comma 1136, lettera c, modifica l’art. 1 c. 139 L. 205/2017, consentendo anche per l’esercizio 2019 l'impiego delle residue risorse finanziarie stanziate per il 2016 e il 2017.
Avv. Teresa Pileggi