Giuffrè Francis Lefebvre
19 dicembre

Area Fiscale

Legge di bilancio 2018: emendamenti approvati in materia fiscale

a cura di SMEA - Dottori Commercialisti Associati

L’esame del ddl di bilancio (A.C. 4768), ora in Commissione V della Camera, è previsto in Aula per mercoledì 20 dicembre.

Di seguito le principali proposte emendative approvate dalla Commissione Bilancio:

● Viene stabilito che le fatture elettroniche emesse nei confronti dei consumatori finali siano messe a disposizione di questi ultimi dai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate;

● Il termine per la trasmissione dei dati relativi alle operazioni di cessione di beni e prestazione di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato viene posticipato dal giorno 5 all’ultimo giorno del mese successivo a quello della data del documento emesso ovvero a quello della data di ricezione;

● Viene modificata, con decorrenza 1°luglio 2018, la disciplina fiscale relativamente agli acquisti di carburante per autotrazione. In particolare:

◦ viene introdotto l’obbligo di fatturazione elettronica per gli acquisti di carburante per autotrazione effettuati da soggetti passivi IVA;

◦ viene introdotto, ai fini della deducibilità del costo di cui all’art. 164 del TUIR e della detraibilità dell’IVA di cui all’art. 19-bis1 del DPR 633/1972, l’obbligo di pagamento mediante carte di credito, di debito o prepagate;

◦ viene conseguentemente abolita la scheda carburante;

◦ viene infine riconosciuto agli esercenti di impianti di distribuzione di carburante un credito d’imposta, utilizzabile in compensazione ex art. 17 d.lgs. 241/1997, pari al 50% del totale delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate dal 1 luglio 2018 tramite sistemi di pagamento elettronico mediante carta di credito;

● Viene stabilito che gli indici sintetici di affidabilità fiscale previsti dall’art. 9-bis del dl 50/2017, si applichino a decorrere dal periodo d’imposta in corso al 31/12/2018;

● Per gli anni in cui si applicano le disposizioni di cui all’art. 21 dl 78/2010 viene posticipato:

- dal 16 al 30 settembre il termine per la presentazione della comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute relativa al secondo trimestre;

- dal 30 settembre al 31 ottobre il termine per la presentazione delle dichiarazioni in materia di imposte sui redditi e di IRAP;

● Viene posticipato dal 31 luglio al 31 ottobre il termine per l’invio della dichiarazione dei sostituti d’imposta, e viene fissato alla stessa data il termine per l’invio delle CU contenenti esclusivamente redditi esenti o non dichiarabili mediante la dichiarazione precompilata;

● Viene posticipato dal 7 al 23 luglio il termine per la presentazione del 730 ai CAF. Vengono inoltre fissati i seguenti termini per la conclusione da parte dei CAF delle attività di cui all’art. 16 c. 1 lettere a), b) e c) d. 31/05/1999 n. 164 (comunicazione all’Agenzia delle entrate del risultato finale delle dichiarazioni, consegna al contribuente, prima della trasmissione della dichiarazione, della copia della dichiarazione e del relativo prospetto di liquidazione e trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate delle dichiarazioni):

- 29 giugno, per le dichiarazioni presentate dal contribuente entro il 22 giugno;

- 7 luglio, per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 23 al 30 giugno;

- 23 luglio, per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 1 al 23 luglio;

● Viene riconosciuto alle imprese culturali e ricreative, nel limite di spese di 500.000 euro per l’anno 2018 e di un milione di euro per ciascuno degli anni 2019 e 2020, fino ad esaurimento delle risorse disponibili, un credito d’imposta utilizzabile in compensazione ex art. 17 d.lgs. 241/1997 pari al 30% dei costi sostenuti per attività di sviluppo, produzione e promozione di prodotti e servizi culturali e ricreativi.

SMEA - Dottori Commercialisti Associati