Giuffrè Francis Lefebvre
11 aprile

Area Legale

Irragionevole durata del processo: mancata comparizione delle parti

La mancata comparizione delle parti al procedimento camerale instaurato per chiedere un’equa riparazione a seguito dell’irragionevole durata di un processo, non può essere considerata una tacita rinuncia al ricorso e non consente, quindi, la declaratoria d'improcedibilità.
Tale effetto deriva dal principio del giusto processo in base al quale l'assenza di una parte dal processo non comporta conseguenze processuali al di fuori delle decadenze processuali previste dalla legge.

Per maggiori approfondimenti sull’irragionevole durata del processo rinviamo a Memento Procedura civile 2018.

Cass. 29 marzo 2019 n. 8771