Giuffrè Francis Lefebvre
15 febbraio

Area Fiscale

Iper ammortamento: chiarimenti dell’AE

L’Agenzia delle Entrate ha fornito importanti chiarimenti in relazione all’iper ammortamento, la maggiorazione del 150% del costo di acquisizione dei beni digitali interconnessi nuovi acquisiti, in proprietà o in leasing, a partire dal 2017.

La maggiorazione del 150% riguarda gli investimenti effettuati dal 1° gennaio 2017 fino 31 dicembre 2017 ovvero fino al 30 giugno 2018 a condizione che entro il 31 dicembre 2017 siano soddisfatte entrambe le seguenti condizioni:

- il relativo ordine risulti accettato dal venditore;

- sia avvenuto il pagamento di acconti in misura pari ad almeno il 20% del costo di acquisizione.

Ai fini dell’ottenimento dell’iperammortamento è inoltre necessario che il bene sia interconnesso al sistema aziendale.

 

Al riguardo è stato precisato che le regole di imputazione degli investimenti, per stabilire la spettanza dell’iper ammortamento, sono quelle generali della competenza già illustrate con riferimento al super ammortamento in vigore dal 2016:

  • nel caso di acquisto e di leasing rileva la data di consegna/spedizione del bene;
  • nel caso di appalto invece rileva il momento di ultimazione della prestazione, con accettazione da parte dell’acquirente.

Pertanto, se un bene materiale strumentale nuovo rientrante tra quelli agevolabili (allegato A della legge di Bilancio 2017) è stato consegnato nel 2016, l’agevolazione non spetta in quanto l’investimento viene effettuato al di fuori del periodo agevolato (1° gennaio 2017-31 dicembre 2017 o 30 giugno 2018 al ricorrere delle condizioni sopra indicate), anche se il bene è entrato in funzione ed interconnesso nel 2017.

In tale ipotesi è possibile beneficiare solo del super ammortamento del 40% previsto dalla legge di Stabilità 2016 (L. 208/2015).

 

Inoltre, è stato chiarito che affinché un bene possa essere definito “interconnesso” è necessario che siano rispettate le seguenti 2 condizioni:

- il bene scambi informazioni con sistemi interni (sistema gestionale, sistemi di pianificazione, ecc.) e/o con sistemi esterni (clienti, fornitori, partner ecc.) per mezzo di un collegamento basato su specifiche documentate, disponibili pubblicamente e internazionalmente riconosciute (TCP-IP, HTTP, MQTT, ecc.);

- il bene sia identificato univocamente, al fine di riconoscere l’origine delle informazioni, mediante l’utilizzo di standard di indirizzamento internazionalmente riconosciuti (indirizzo IP).

 

Per la disamina completa della disciplina dell’ammortamento, del super ammortamento e dell’iper ammortamento si rinvia al Memento Fiscale 2017 disponibile da marzo.

 

Risposte AE a quesiti stampa specializzata