Giuffrè Francis Lefebvre
18 luglio

Area Fiscale

Interessi di mora per ritardati pagamenti nelle transazioni commerciali

Gli interessi attivi di mora, concorrono a formare il reddito d'impresa nell'esercizio in cui sono incassati, secondo il c.d. criterio di cassa (art. 109 c. 7 DPR 22 dicembre 1986 n. 917).

Se la misura del tasso di interesse non risulta da contratto, per i rapporti fra imprese e privati si deve applicare il tasso legale (dal 2018 è dello 0,3% annuo) e, per i rapporti fra imprese commerciali, il tasso è comunicato sulla GU, secondo le disposizioni del D.Lgs. 231/2002.

A tale ultimo riguardo, anche per il secondo semestre 2018 (1° luglio-31 dicembre 2018), così come per il primo, il tasso degli interessi di mora è pari all'8%.

Per l'analisi dettagliata della disciplina riguardante la determinazione del reddito delle società commerciali si rinvia al Memento Fiscale 2018.

Comunicato MEF 10 luglio 2018