Giuffrè Francis Lefebvre
25 marzo

Area Legale

Incoraggiamento dell’impegno a lungo termine degli azionisti

a cura della Dott. Francesca d'Ambrosio

La Commissione Politiche dell’Unione Europea (XIV) della Camera ha proseguito l'esame dello schema di decreto legislativo, volto al recepimento della direttiva (UE) 2017/ 828 di modifica della 2007/36/CE (Shareholders’ Rights Directive o «SHRD») per quanto riguarda l’incoraggiamento dell’impegno a lungo termine degli azionisti, rinviato nella seduta del 7 marzo 2019.

Il relatore, nel corso della seduta, ha formulato una proposta di parere favorevole con una osservazione, approvata dalla Commissione. L’osservazione riguarda l’esercizio dell’opzione che consente alle piccole e medie imprese di sottoporre la sezione della relazione sui compensi corrisposti a una mera discussione assembleare senza votazione, disponendo comunque che la società dovrà spiegare, nella successiva relazione sulla remunerazione, come ha tenuto conto della discussione nell'assemblea generale.

Anche le Commissioni riunite 2ª (Giustizia) 6ª (Finanze e tesoro) del Senato hanno iniziato e proseguito l’esame del medesimo schema di decreto legislativo con l’intervento dei relatori.

Al fine di favorire il coinvolgimento degli azionisti nel governo societario e semplificarne l’esercizio dei relativi diritti, la direttiva 2017/828/UE ha introdotto presidi normativi volti ad assicurare il diritto di identificare i propri azionisti da parte delle società e la previsione di una maggiore partecipazione attiva degli stessi – per tramite di intermediari – alla formazione delle decisioni societarie.
Le disposizioni richiedono, inoltre, a investitori istituzionali e gestori di attività un’attività di trasparenza e comunicazioni sulla propria politica di impegno nelle società partecipate e sulla politica di investimento.
Sono inoltre dettati presidi informativi e procedurali relativi alla politica di remunerazione degli amministratori e alle operazioni con parti correlate.
Il termine di recepimento della direttiva 2017/828/UE è fissato per il 10 giugno 2019.