Giuffrè Francis Lefebvre
26 aprile

Area Fiscale

IMU e TASI: nuovi coefficienti per i fabbricati di categoria D delle imprese

Ai fini del calcolo dell’IMU e della TASI dovute per il 2017, sono stati aggiornati i coefficienti da utilizzare per determinare il valore dei fabbricati classificabili nel gruppo catastale D, non iscritti in catasto, interamente posseduti da imprese e distintamente contabilizzati per anno di acquisizione.
Le misure sono indicate nella tabella seguente.

per l’anno 2017 = 1,01 per l’anno 1999 = 1,52
per l’anno 2016 = 1,01 per l’anno 1998 = 1,54
per l’anno 2015 = 1,01 per l’anno 1997 = 1,58
per l’anno 2014 = 1,01 per l’anno 1996 = 1,63
per l’anno 2013 = 1,02 per l’anno 1995 = 1,68
per l’anno 2012 = 1,04 per l’anno 1994 = 1,73
per l’anno 2011 = 1,07 per l’anno 1993 = 1,77
per l’anno 2010 = 1,09 per l’anno 1992 = 1,78
per l’anno 2009 = 1,10 per l’anno 1991 = 1,82
per l’anno 2008 = 1,14 per l’anno 1990 = 1,91
per l’anno 2007 = 1,18 per l’anno 1989 = 1,99
per l’anno 2006 = 1,21 per l’anno 1988 = 2,08
per l’anno 2005 = 1,25 per l’anno 1987 = 2,25
per l’anno 2004 = 1,32 per l’anno 1986 = 2,43
per l’anno 2003 = 1,37 per l’anno 1985 = 2,60
per l’anno 2002 = 1,42 per l’anno 1984 = 2,77
per l’anno 2001 = 1,45 per l’anno 1983 = 2,94
per l’anno 2000 = 1,50 per l’anno 1982 e precedenti = 3,12

 

Per l’analisi dettagliata della disciplina IMU e TASI si rinvia al Memento Fiscale 2017.

Decreto Mef 14 aprile 2017