Giuffrè Francis Lefebvre
14 novembre

Area Fiscale

Fatturazione elettronica: conferimento deleghe ad intermediari

In relazione all'obbligo generalizzato di emissione della fattura elettronica, l'AE ha messo a disposizione dei soggetti interessati una serie di servizi, per lo più presenti nel portale Fatture e Corrispettivi del sito dell'AE.
Tali servizi possono essere delegati, dall'emittente o dal destinatario, a uno o più intermediari (massimo 4) abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni fiscali. L'abilitazione non serve per il servizio di predisposizione, trasmissione e conservazione della fattura e per la generazione del QR-Code.
Per agevolare il conferimento delle deleghe, è stato realizzato un ulteriore servizio che consente agli intermediari di inviare un numero plurimo di deleghe (non superiore a 2.500). A tal fine, è stato approvato il nuovo modulo per il conferimento/revoca delle deleghe, che sostituisce il precedente approvato con Provv. AE 13 giugno 2018

Con lo stesso provvedimento è stato approvato anche il modulo per delega della consultazione del cassetto fiscale presente nell'area riservata di ciascun utente abilitato a Entratel o Fisconline. Tale delega può essere conferita ad un massimo di 2 intermediari e dura per 4 anni, salvo revoca.

Modalità
La delega è conferita mediante invio all'AE del modulo con una delle modalità indicate in tabella.
La durata di ciascuna delega è fissata dal delegante entro il limite di 2 anni dalla data del suo conferimento; in assenza di tale indicazione, la durata è di 2 anni.
La delega può essere revocata con una delle modalità previste per il conferimento.

Modalità

Descrizione

1) Ufficio AE

Il delegante o un soggetto cui è stata conferita apposita procura speciale presenta  il modulo a un qualsiasi ufficio dell'AE. La delega è attivata entro 5 giorni lavorativi dalla data di presentazione; la revoca è efficace dal 2° giorno lavorativo successivo alla presentazione.

2) Sito dell'AE (area riservata)

La delega (e la revoca) è immediatamente efficace.

3) Intermediario delegato via web (*)

Il delegante consegna il modulo all'intermediario delegato, che provvede, entro 90 gg., ad inviare telematicamente all’AE i dati essenziali, con invio massivo di più deleghe (massimo 2.500 per invio) via Entratel o, dal 30 novembre 2018, con invio di una delega singola (invio puntuale). Per contrastare eventuali abusi del nuovo strumento e per provare di aver effettivamente ricevuto la delega, è previsto che il delegato debba indicare alcuni elementi di riscontro relativi alla dichiarazione IVA presentata dal delegante l’anno precedente (IVA 2017).
Le deleghe sono efficaci entro 2 giorni dalla ricezione della comunicazione telematica da parte dell’AE; le revoche sono immediatamente efficaci.
In entrambi i casi, il soggetto delegante viene avvisato dell’attivazione della delega con un messaggio di PEC.

4) Intermediario delegato via PEC

L'intermediario se ha ricevuto la procura speciale di cui al punto 1) e se ha riconosciuta la possibilità di autenticare la firma del delegante (es. soggetti iscritti all'albo dei commercialisti ecc., art. 63 DPR 600/73) può predisporre un file (firmato digitalmente), per ciascun delegato, contenente:
- copie delle deleghe e dei documenti d'identità dei sottoscrittori,
- un apposito prospetto allegato al Provv. AE 5 novembre 2018,
- una dichiarazione sostitutiva di atto notorio con cui si attesta di aver ricevuto specifica procura ci si impegna a conservare per 10 anni i moduli originali,
e inviarlo tramite PEC all'indirizzo delegafatturazioneelettronica@pec.agenziaentrate.it.
La delega è attivata entro 5 giorni lavorativi dalla data di invio; le revoche sono immediatamente efficaci.

(*) Modalità non ammessa per i deleganti che non hanno presentato la dichiarazione IVA nell'anno precedente.

 

Registrazione e conservazione dei moduli
Gli intermediari delegati e i soggetti diversi che hanno trasmesso le deleghe devono:
- numerarle e registrarle, giornalmente, in un apposito registro cronologico, anche in formato elettronico (in forma tabellare o foglio elettronico), con indicazione dei dati identificativi (numero progressivo, dati anagrafici del delegante, estremi del documento d'identità dei deleganti). Eventuali moduli già acquisiti dai clienti prima del 5 novembre (data di approvazione dei nuovi modelli) e non ancora presentati, possono essere registrati con data 5 novembre, inserendo nel registro una annotazione sul fatto che l’acquisizione della delega è avvenuta prima della emanazione del Provv. AE 5 novembre 2018 n. 291241;
- conservarle per 10 anni, unitamente alle copie dei documenti di identità, individuando uno o più responsabili per la gestione degli stessi. I moduli acquisiti direttamente in formato elettronico sono conservati in modalità digitale.

Per l'analisi dettagliata degli adempimenti IVA si rinvia al Memento Fiscale 2018 II edizione e al Memento IVA 2018.

Provv. AE 5 novembre 2018 n. 291241