Giuffrè Francis Lefebvre
05 marzo

Area Legale

Disposizioni integrative e correttive dei decreti legislativi adottati in attuazione della delega per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell'insolvenza, di cui alla L. 155/2017

a cura della Dott. Francesca d’Ambrosio

L'Assemblea della Camera, dopo la discussione sulle linee generali della proposta di legge “Delega al Governo per l'adozione di disposizioni integrative e correttive dei decreti legislativi in attuazione della delega per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell'insolvenza” (C. 1409), approvata dal Senato, e la relazione della Commissione Giustizia, che ne ha concluso l'esame senza modificarne il testo, ha approvato in via definitiva il testo.

Il provvedimento consente al Governo di adottare decreti legislativi integrativi e correttivi dei decreti emanati in attuazione della delega per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell'insolvenza. L'esigenza dell'intervento normativo deriva dalla necessaria adozione di decreti correttivi, non prevista dalla legge delega, nel contesto di una riforma complessiva della disciplina dell'insolvenza e della crisi di impresa.
Le procedure, i principi e i criteri direttivi, cui il Governo deve attenersi nell'adozione dei predetti decreti, sono quelli già fissati con L. 155/2017 (art. 1). Tra questi principi e criteri direttivi è opportuno ricordare: i) il superamento dell’espressione “fallimento”, sostituita da “liquidazione giudiziale”; ii) l'introduzione di una preventiva fase di allerta, finalizzata all'emersione precoce della crisi di impresa; iii) la facilitazione all'accesso ai piani attestati di risanamento e agli accordi di ristrutturazione dei debiti; le modifiche alla normativa sulla crisi da sovra indebitamento; iv) il riordino della disciplina dei privilegi e la previsione di garanzie reali non possessorie; v) il coordinamento ai contenuti della riforma delle disposizioni del codice civile nella parte relativa alle società.
Per l'emanazione dei decreti è previsto il termine di due anni successivo alla scadenza del termine stabilito per l'entrata in vigore dell'ultimo dei decreti legislativi emanati nell'esercizio della delega principale (art. 1). L'ultimo decreto legislativo emanato nell'esercizio della delega principale (cioè il D.Lgs. 14/2019) entrerà in vigore il 14 agosto 2020, cioè diciotto mesi dalla data della sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, tranne che per talune specifiche norme la cui data di entrata in vigore è stata invece fissata al trentesimo giorno successivo alla pubblicazione della stessa. I decreti correttivi ed integrativi dovranno quindi essere emanati entro il 14 agosto 2022.