Giuffrè Francis Lefebvre
22 maggio

Area Fiscale

DEBITI TRIBUTARI POST SCISSIONE: RESPONSABILITÀ DELLE SOCIETÀ BENEFICIARIE

a cura di SMEA - Dottori Commercialisti Associati

La Corte Costituzionale ha ritenuto non incostituzionali le norme (art. 173 c. 13 DPR 917/86 e art. 15 c. 2 D.Lgs. 472/97) in base a cui, in caso di scissione sia totale sia parziale, sussiste responsabilità solidale e illimitata delle società beneficiarie della scissione per imposte, sanzioni pecuniarie, interessi e ogni altro debito tributario della società scissa.

In base alla disciplina civilistica, invece, per i debiti imputabili alla società scissa, le società beneficiarie rispondano in solido, ma nei limiti del valore del patrimonio netto ad essa assegnato e a seguito di preventiva escussione (art. 2506 quater c. 3 c.c.).

La maggior tutela riconosciuta all’Amministrazione Finanziaria è giustificata dalla specialità dei crediti tributari rispetto agli altri crediti e dall’esigenza di assicurare un’agevole riscossione dei tributi nel rispetto del principio costituzionale del pareggio di bilancio. 

C. Cost. 26 aprile 2018 n. 90


SMEA - Dottori Commercialisti Associati