Giuffrè Francis Lefebvre
22 agosto

Area Fiscale

Credito d’imposta per investimenti pubblicitari: approvazione Modello

E' disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate il Modello per prenotare il credito d’imposta per gli investimenti incrementali in campagne pubblicitarie.

Il Modello è utilizzato dai soggetti (imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali) che intendono beneficiare della relativa agevolazione (art. 57 bis DL 50/2017 conv. in L. 96/2017):

1) per gli investimenti pubblicitari sulla stampa, anche online, effettuati dal 24 giugno al 31 dicembre 2017 o dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018;

2) per gli investimenti pubblicitari sulle emittenti radio-televisive locali, analogiche o digitali, effettuati dal 1° gennaio 2018 in poi.

In entrambi i casi, l'investimento effettuato deve essere di valore superiore ad almeno l’1% di quello, di analoga natura, effettuato con riferimento al medesimo periodo precedente (quindi, a seconda dei casi, dal 24 giugno al 31 dicembre 2016 o dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2017).

Il credito d’imposta è pari al 75% di tale valore incrementale.

Il Modello 

Va usato per presentare la:

a) "Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta", a titolo di prenotazione del credito, per gli investimenti realizzati a partire dal 2018;

b) "Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati", per dichiarare l’effettiva realizzazione, nell’anno agevolato, degli investimenti indicati nella Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta inviata precedentemente, a titolo di conferma o rettifica della prenotazione stessa. Per gli investimenti del 2017 il Modello va presentato solo in questa seconda modalità, dato che è già possibile inserire i dati a consuntivo.

Se l’ammontare del credito d’imposta indicato nella Comunicazione o nella Dichiarazione è superiore a € 150.000, il richiedente deve anche rilasciare una dichiarazione sostitutiva per la normativa antimafia. tramite apposizione di una firma nell’apposito quadro del Modello stesso.

Il Modello deve essere spedito solo in via telematica utilizzando i servizi dell’AE, con le consuete modalità:  spedizione diretta, tramite società del gruppo o con intermediari abilitati.

I termini

Il Modello va presentato:

1) dal 22 settembre al 22 ottobre 2018 con riferimento:

- sia alla "Dichiarazione sostitutiva sugli investimenti pubblicitari" effettuati nel 2017 sulla sola stampa quotidiana e periodica, anche online;

- sia alla "Comunicazione per l’accesso al credito degli investimenti effettuati" relativi al 2018 su stampa quotidiana e periodica ed emittenti radiotelevisive locali, analogiche o digitali.

2) dal 1° al 31 gennaio 2019 per la "Dichiarazione sostitutiva degli investimenti pubblicitari" effettuati nel 2018 sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, e sulle emittenti radiotelevisive locali, analogiche o digitali.

Si ricorda che l'ammontare del credito effettivamente fruibile sarà disposto dal Dipartimento con provvedimento pubblicato sul proprio sito istituzionale.

Per l'analisi dettagliata della disciplina riguardante i più diffusi crediti d’imposta si rinvia al Memento Fiscale 2018, II edizione, disponibile da settembre.

 

Provv. Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei ministri 31 luglio 2018