Giuffrè Francis Lefebvre
22 settembre

Area Legale

Bancarotta fraudolenta: distrazione e distruzione dell’avviamento commerciale

Per poter configurare la distrazione dell'avviamento commerciale di un’azienda oggetto di un’impresa successivamente fallita è necessario che, contestualmente all’avviamento, sia trasferita anche l'azienda medesima o quanto meno che siano ceduti quei fattori aziendali (come ad esempio l’organizzazione, la clientela, i rapporti con i fornitori, ecc.) in grado di generarlo.

L’avviamento commerciale può inoltre costituire l'oggetto materiale della bancarotta fraudolenta patrimoniale, sotto il profilo della distruzione, intesa come annullamento del valore economico di uno degli elementi del patrimonio dell'imprenditore, in caso di intenzionale dispersione dello stesso. In questo caso però non è necessario il suo trasferimento o assegnare una diversa destinazione ai beni aziendali.

Per approfondimenti sulla bancarotta e sui reati fallimentari rinviamo a Memento Crisi d’impresa e Fallimento 2017

Cass. pen. 4 aprile 2017 n. 31677