Giuffrè Francis Lefebvre
09 febbraio

Area Legale

Amministratori di società di capitali: pignorabilità del compenso

I compensi spettanti all’amministratore unico o al consigliere di amministrazione delle soci­età di capitali per le funzioni svolte in ambito societario sono pignorabili in misura piena e non nel limite del quinto previsto dall’art. 545 c.p.c.

Tali soggetti, infatti, sono legati alla società da un rapporto di tipo societario caratterizzato dall’immedesimazione organica tra persona fisica ed ente e dall’assenza del requisito sia della subor­dinazione sia della coordinazione: ne consegue che tale rapporto non può ritenersi compreso né tra le attività subordinate né tra le attività parasubordinate previste dall’art. 409 n. 3 c.p.c.

Per approfondimenti rinviamo a Memento Società Commerciali 2017.

 

Cass. SU 20 gennaio 2017 n. 1545