04 luglio

Area Fiscale

Fattura elettronica per carburanti: obbligo prorogato al 2019

E' stato prorogato al 1° gennaio 2019 l'obbligo di emettere la fattura elettronica per la cessione di gasolio e benzina per autotrazione effettuata presso gli impianti stradali di distribuzione. C'è stato pertanto un allineamento con l'obbligo generalizzato previsto per la generalità dei soggetti IVA.
Resta confermato l'anticipo al 1° luglio 2018 per le seguenti operazioni:
- cessioni di benzina o di gasolio destinati ad essere utilizzati come carburanti per motori, effettuate in luoghi diversi  dagli impianti stradali di distribuzione (es. cessioni fra produttori e grossisti);
- prestazioni rese da soggetti subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi o forniture stipulato con una PA.
La scheda carburante potrà essere ancora utilizzata fino al 31 dicembre 2018, fermo restando che, dal 1° luglio 2018,  i pagamenti relativi agli acquisti di carburante dovranno essere tracciabili, effettuati cioè con mezzi diversi dal denaro contante,  per consentire sia la deducibilità della spesa che la detraibilità dell'IVA.

Di fatto, fino al 31 dicembre 2018, la cessione di carburanti per autotrazione dai distributori stradali non è soggetta a certificazioni. Coloro che agiscono nell’ambito del regime d’impresa, arti e professioni, continueranno a certificare l’acquisto attraverso la scheda carburanti o, alternativamente, attraverso il pagamento con mezzi elettronici tracciabili.

Per l'analisi dettagliata della disciplina riguardante la fattura si rinvia al Memento Fiscale 2018 e al Memento IVA 2018.

 

art. 1 DL 79/2018