11 ottobre

Area Legale

Disposizioni in materia di reati contro il patrimonio culturale (C. 893)

a cura della Dott. Francesca d’Ambrosio

Prosegue in Commissione Giustizia della Camera l’esame del provvedimento in materia di reati contro il patrimonio culturale con l’esame e la votazione degli emendamenti al testo presentati.

Le proposte emendative approvate riguardano, tra l’altro, la previsione dei reati:

- Impiego illecito di beni culturali (art. 518-quater.1 c.p.) che punisce chiunque, fuori dai casi di concorso di reato e dei casi di ricettazione e riciclaggio di beni culturali, illecitamente impiega in attività economiche o finanziarie beni culturali provenienti da delitto.
- Autoriciclaggio di beni culturali (art. 518-quinquies.1 c.p.) che punisce chiunque, avendo commesso o concorso a commettere un delitto non colposo, impiega, sostituisce, trasferisce, in attività economiche, finanziarie, imprenditoriali o speculative, beni culturali provenienti dalla commissione di tale delitto, in modo da ostacolare concretamente l'identificazione della loro provenienza delittuosa.
- Falsificazione in scrittura privata relativa a beni culturali (art. 518-quinquies-bis c.p.) che punisce chiunque forma, in tutto o in parte, una scrittura privata falsa o, in tutto o in parte, altera, distrugge, sopprime od occulta una scrittura privata vera; in relazione a beni culturali mobili, al fine di farne apparire la lecita provenienza.

a cura della Dott. Francesca d’Ambrosio