02 febbraio

Area Lavoro

Contributo di recesso in caso di licenziamento collettivo

Dal 1º gennaio 2018, per ciascun recesso effettuato nell'ambito di un licenziamento collettivo da parte di un datore di lavoro tenuto alla contribuzione per il finanziamento della CIGS (art. 23 D.Lgs. 148/2015), l'aliquota percentuale del contributo di recesso (41%: art. 2, c. 31-35, L. 92/2012) è innalzata all’82%.

Esempio
Recesso nell’ambito di un licenziamento collettivo:
- aziende commerciali fino a 50 dipendenti e datori di lavoro che versano al fondo di integrazione salariale (art. 29 D.Lgs. 148/2015): 41%
- imprese industriali con più di 15 dipendenti: 82%

 

Per approfondimenti sulla procedura di licenziamento collettivo si rinvia al Memento Lavoro 2018 di prossima pubblicazione.

L’innalzamento dell’aliquota è escluso per i licenziamenti effettuati a seguito di procedure di licenziamento collettivo avviate entro il 20 ottobre 2017.

art. 1, c. 137, L. 205/2017